GLI ACCORDI DI NORMALIZZAZIONE ISRAELE-MEDIO ORIENTE COSTITUISCONO UN INCUBO STRATEGICO PER L’IRAN

Il pericolo strategico che l’accordo “Abraham” avrĂ  sull’Iran e cosa lo accompagnerĂ  in cambio dell’imminente cambiamento nella strategia iraniana. Il giorno dopo l’annuncio dell’accordo tra Emirati e Israele, il ministero degli Esteri iraniano ha definito l’accordo “stupiditĂ  strategica” e “una pugnalata agli Emirati Arabi Uniti alle spalle del popolo palestinese”. Le Guardie Rivoluzionarie invece, hanno rilasciato una dichiarazione in cui condannavano la normalizzazione e ritenevano … Continua a leggere GLI ACCORDI DI NORMALIZZAZIONE ISRAELE-MEDIO ORIENTE COSTITUISCONO UN INCUBO STRATEGICO PER L’IRAN

Israele: Mike Pompeo in visita con i Capi di Stato Maggiore Israeliani. Prossimo obiettivo Iran.

In giornata è avvenuto l’incontro tra il Primo Ministro Benjamin Netanyahu e il Segretario di Stato americano Mike Pompeo. A sua volta sono avvenuti incontri con due ex capi di Stato Maggiore, Gantz e Ashkenazi. Hanno discusso della giĂ  inaugurata, nuova era della normalizzazione dei rapporti con i paesi arabi, incluso le future mosse contro l’Iran – visto che gli Stati Uniti non sono stati … Continua a leggere Israele: Mike Pompeo in visita con i Capi di Stato Maggiore Israeliani. Prossimo obiettivo Iran.

Donald Trump è riuscito a mediare un accordo di normalizzazione dei rapporti bilaterali fra Israele ed Emirati Arabi Uniti.

Da oggi, i due Paesi ripristinano le relazioni bilaterali ad ogni livello e in maniera ufficiale. Gli EAU accettano in toto anche il piano di pace per la Palestina dell’amministrazione Trump. LEGGI ANCHE: Washington-Riad-Tel Aviv: un triangolo destinato a finire. Come scriviamo da mesi, nel mondo arabo è in corso una rivoluzione diplomatica. Aspettatevi un effetto domino nell’intera regione, che collabora con Israele segretamente da … Continua a leggere Donald Trump è riuscito a mediare un accordo di normalizzazione dei rapporti bilaterali fra Israele ed Emirati Arabi Uniti.

Il presidente iraniano Hassan Rouhani e il suo omologo francese Emmanuel Macron si sono sentiti in una conversazione telefonica mercoledì hanno esaminato l’ultima situazione in Libano.

Gli Stati Uniti hanno sempre cercato di rovinare il PACG, ha detto Rouhani, definendo la recente proposta del paese in contrasto con la risoluzione 2231 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e il PACG. Durante la telefonata entrambe le parti hanno conferito sul piano d’azione congiunto globale (PACG) e sullo strumento a sostegno degli scambi commerciali (INSTEX). Secondo la Risoluzione, l’embargo sulle armi all’Iran … Continua a leggere Il presidente iraniano Hassan Rouhani e il suo omologo francese Emmanuel Macron si sono sentiti in una conversazione telefonica mercoledì hanno esaminato l’ultima situazione in Libano.

Stati Uniti e Iran, possiamo dichiarare conclusa qualsiasi futura relazione internazionale tra i due paesi.

Mentre gli Stati Uniti si apprestano a convincere, con grande sforzo diplomatico, l’estensione di un ulteriore embargo sulle armi delle Nazioni Unite contro Teheran che scade a ottobre. Di fronte alla diffusa opposizione internazionale che critica la scelta, quasi unilateralmente, come non giustificabile e qualificabile al momento. Gli Stati Uniti hanno risolto il problema, dopo dimissioni continue all’interno dei vari staff nelle agende internazionali, quello … Continua a leggere Stati Uniti e Iran, possiamo dichiarare conclusa qualsiasi futura relazione internazionale tra i due paesi.

Il contenimento infinito contro l’Iran

Il contenimento infinito contro l’Iran L’amministrazione Trump sembra aver rispolverato un vecchio sogno di egemonia globale chiamato il “Progetto per un nuovo secolo americano, sviluppato negli anni ’90 da pensatori e strateghi appartenenti all’universo neoconservatore, come Robert Kagan, Dick Cheney, Donald Rumsfeld, Paul Wolfowitz, e John Bolton, l’attuale consigliere per la sicurezza nazionale di Trump. L’ambizioso obiettivo del think tank, oggi disciolto, ma le cui … Continua a leggere Il contenimento infinito contro l’Iran

Strategie Geopolitiche in Medio Oriente.

La guerra in Siria sembra volgere verso il termine dopo sette lunghi anni: l’ultima roccaforte dell’ISIS, a Baghuz, al confine con l’Iraq, è stata espugnata dalle forze armate siriane e soldati dell’YPG, le milizie del Kurdistan. All’inizio del 2019 gli Stati Uniti hanno annunciato il ritiro parziale delle truppe dalla Siria, essenzialmente presenti nei territori sotto controllo curdo: dovrebbero rimanere circa 200 soldati per controllare … Continua a leggere Strategie Geopolitiche in Medio Oriente.

Medio Oriente: non ci sarĂ  mai tregua

La guerra al terrore lanciata dall’amministrazione Bush Jr all’indomani degli attentati terroristici dell’11 settembre 2001 non aveva come unico obiettivo l’annichilimento di Al Qaeda e i cambi di regime in Iraq e Afghanistan. La guerra al terrore era parte integrante, necessaria e fondamentale di un preciso piano geostrategico sviluppato negli ambienti del neoconservatorismo per estendere l’egemonia statunitense sul Medio Oriente nel post-guerra fredda: il Progetto … Continua a leggere Medio Oriente: non ci sarĂ  mai tregua