Articolo evidenziato

Ungheria: la politica Orbaniana in crisi? Controllo sulle libertĂ  individuali per un potere senza controllo.

Dall’inizio della pandemia di Covid-19, il primo ministro dell’Ungheria Viktor Orbán continua a farsi notare dalla comunitĂ  europea per le sue iniziative legislative non in linea con quei principi che sono tanto cari a Bruxelles. Tra una gestione della crisi da coronavirus direttamente per decreto per due mesi consecutivi. All’opporsi e minacciare di bloccare il Recovery fund, visto che si rischiano sanzioni nel caso si violi … Continua a leggere Ungheria: la politica Orbaniana in crisi? Controllo sulle libertĂ  individuali per un potere senza controllo.

Ungheria: opposizione siglano un patto di ferro per presentare un candidato comune alle prossime elezioni del 2022 contro Orban.

I sei partiti dell’opposizione hanno siglato un patto di ferro per presentare un candidato comune alle prossime elezioni del 2022. L’obiettivo è sconfiggere Viktor Orban. I sei partiti sono: la Coalizione Democratica (europeisti), il Partito Socialista, Momentum (europeisti), Dialogue (europeisti), LMP (ambientalisti), Jobbik (estrema destra). Considerando che Jobbik è il secondo partito piĂą popolare del Paese dopo Fidesz, è altamente possibile una sconfitta di Orban … Continua a leggere Ungheria: opposizione siglano un patto di ferro per presentare un candidato comune alle prossime elezioni del 2022 contro Orban.