Dopo sette anni accordo UE-Cina, tra Stati Uniti furiosi e la presenza di Emmanuel Macron non richiesta nella conferenza.

L’accordo commerciale tra Unione Europea e Cina rischia di raffreddare le relazioni tra Bruxelles e Washington Dopo sette anni di negoziazioni, Unione Europea e Cina hanno concluso un accordo sugli investimenti nei settori del manifatturiero avanzato, dell’economia verde e dei servizi. L’accordo raggiunto ha “un grande significato economico”, recita una nota dell’Unione Europea “lega le due parti a una relazione sugli investimenti fondata sui valori … Continua a leggere Dopo sette anni accordo UE-Cina, tra Stati Uniti furiosi e la presenza di Emmanuel Macron non richiesta nella conferenza.

Articolo evidenziato

La liberazione dei pescatori e l’azione dell’Italia nel mondo

Autore: Marco Ghisetti È notizia di poche ore fa che i quattordici pescatori di Marala del Vallo saranno liberati dopo oltre tre mesi di prigionia in seguito all’intervento dell’AISE. È certamente una notizia di cui rallegrarci e che arriva del tutto inaspettatamente: il processo libico era alle porte e si sarebbe molto probabilmente concluso con una condanna molto severa, vista la pessima disponibilità mostrata delle … Continua a leggere La liberazione dei pescatori e l’azione dell’Italia nel mondo

Articolo evidenziato

Joe Biden, Kamala Harris e lo spettro di Thomas Jefferson

Joe Biden è (forse) il vincitore, che cosa ci attende? Nuove guerre a tutto spiano in nome della pace e della democrazia? E con Cina, Russia e Unione Europea? Sera di Natale del 1780, il futuro presidente degli Stati Uniti, Thomas Jefferson, scrivendo una lettera ad un amico, tale George Rogers Clark, si riferisce al neonato Stato con un termine che sarebbe entrato nella, e … Continua a leggere Joe Biden, Kamala Harris e lo spettro di Thomas Jefferson

Centinaia di tunisini minacciano di partire clandestinamente verso l’Italia per colpa della Federcalcio tunisina.

Centinaia di tunisini minacciano di partire clandestinamente verso l’Italia – come atto di protesta contro una decisione della Federcalcio tunisina! Una disputa calcistica tunisina ha scatenato polemiche che si sono estese in tutto il paese Centinaia di tunisini minacciano di partire clandestinamente verso l’Italia – come atto di protesta contro una decisione della Federcalcio tunisina! Una disputa calcistica tunisina ha scatenato polemiche che si sono … Continua a leggere Centinaia di tunisini minacciano di partire clandestinamente verso l’Italia per colpa della Federcalcio tunisina.

Articolo evidenziato

Cosa sta accadendo in Romania?

Sai parlare romani o una lingua sinti? Potresti avere l’opportunità di lavorare nei servizi segreti di Bucarest. Per la prima volta in assoluto, i servizi segreti rumeni hanno inserito il romanì tra le lingue di importanza critica per le quali cercano agenti (tradizionalmente cinese, russo, arabo) e hanno iniziato a pubblicare l’annuncio su ogni piattaforma e giornale, sponsorizzandolo anche nelle scuole e università. Si tratta … Continua a leggere Cosa sta accadendo in Romania?

SAOCOM 1B: Italia e Argentina insieme alla conquista dello spazio

Proponiamo ai lettori il seguente approfondimento, inviatoci da Juan Martin Gonzalez Cabañas, giovane promessa argentina della diplomazia e della consulenza strategico-geopolitica. La fama di Cabañas ha raggiunto l’Italia, dove è possibile trovare il suo nome ne l’Osservatorio Globalizzaione e ne L’Intellettuale Dissidente e, da oggi, anche su Geopolitical News PR. Il 30 agosto 2020, da Cape Canaveral è stato effettuato con successo il lancio in … Continua a leggere SAOCOM 1B: Italia e Argentina insieme alla conquista dello spazio

L’Italia diventerà la democrazia meno rappresentativa d’Europa. Referendum parlamentare si o no?

Per le forze politiche al governo il taglio dei parlamentari è diventato l’unico vero grande problema dell’Italia. L’élite politica vota SI. Invece l’elettorato e confuso, disinformato, alcuni troppo schierati per comprendere cosa c’è in gioco. Un articolo di Mario Leone. Il 20 e 21 settembre i cittadini italiani dovranno, tramite referendum, confermare o bocciare la legge costituzionale n°240 del 2019, che prevede il taglio dei … Continua a leggere L’Italia diventerà la democrazia meno rappresentativa d’Europa. Referendum parlamentare si o no?

Articolo evidenziato

Ungheria: la politica Orbaniana in crisi? Controllo sulle libertà individuali per un potere senza controllo.

Dall’inizio della pandemia di Covid-19, il primo ministro dell’Ungheria Viktor Orbán continua a farsi notare dalla comunità europea per le sue iniziative legislative non in linea con quei principi che sono tanto cari a Bruxelles. Tra una gestione della crisi da coronavirus direttamente per decreto per due mesi consecutivi. All’opporsi e minacciare di bloccare il Recovery fund, visto che si rischiano sanzioni nel caso si violi … Continua a leggere Ungheria: la politica Orbaniana in crisi? Controllo sulle libertà individuali per un potere senza controllo.

Giù le mani da Willy!

Si chiederanno mai Cathy La Torre o Matteo Salvini che cosa significa nascere in una periferia abitata quasi esclusivamente da pregiudicati, crescendo all’ombra di operazioni di polizia, omicidi e risse? Che cosa significa crescere in una società che condanna la Camorra ma esalta Gomorra. Willy Monteiro Duarte, un nome che avrete sicuramente sentito in questi giorni. Parliamo di un 21enne che è stato brutalmente ucciso … Continua a leggere Giù le mani da Willy!

Sosia politico di Aleksandr Lukashenko ma uomo di Washington e Bruxelles. Chi è Milo Djukanović il presidente del Montenegro?

Montenegro: Milo Djukanović, presidente del Montenegro, era al potere dal 1990, ossia quattro anni in più di Aleksandr Lukashenko, ma di questo autocrate non si è mai parlato, perché è l’uomo di Washington e Bruxelles nei Balcani. È colui che ha portato il paese nella NATO senza alcuna consultazione popolare, che ha riconosciuto il Kosovo in segno di europeismo e posizionamento antiserbo e che nel … Continua a leggere Sosia politico di Aleksandr Lukashenko ma uomo di Washington e Bruxelles. Chi è Milo Djukanović il presidente del Montenegro?