Crisi del Mediterraneo orientale. L’asse Turchia-Germania contro la Grecia e l’Unione Europea.

In queste ore è in corso il vertice dei ministri degli esteri dell’UE sul dossier EastMed, Atene ha le idee chiare: vuole l’introduzione di sanzioni contro Ankara per via delle aggressioni subite, degli sconfinamenti aerei e marittimi, e delle operazioni della Oruc Reis all’interno delle proprie acque.

Annunci


Nikos Dendias, ministro esteri greco, ha dichiarato: “Attendo con molto interesse l’annuncio di Josep Borrell riguardante la possibilità di sanzionare la Turchia. Riteniamo [le sanzioni] un’assoluta necessità per affrontare l’escalation nel mar Mediterraneo. Facciamo affidamento sulla solidarietà europea“. Intanto la Germania riconferma la propria posizione filoturca, all’apice della crisi fra Atene e Ankara.
Il ministro della Difesa Karrenbauer ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Colloqui difficili. Durissimi con la parte turca. I turchi sono molto turbati dall’accordo Grecia-Egitto [ndr. accordo sulle ZEE]. Sentono che i greci non sono affidabili”. Anche da parte del segretario generale della NATO Jens Stoltenberg le dichiarazione sulla Turchia non sono positive, affermando che la Turchia continua a ostacolare gli sforzi dell’Alleanza e delle Nazioni Unite per impedire le spedizioni di armi in Libia.


Ricordiamo ai nostri lettori che la prima potenza a denunciare la situazione fu la Francia all’inizio dell’estate. Durante una missione NATO vicino alle coste libiche, una nave francese aveva intimato l’alt ad una nave sospetta, venendo affronta da una nave turca che aveva permesso all’imbarcazione di proseguire. Ai tempi la NATO non diede nessuna risposta o commento sull’accaduto.

Capire la crisi del Mediterraneo orientale in due foto:

Annunci

Foto uno. L’attuale ripartizione delle acque territoriali fra Grecia e Turchia, che de facto imprigiona quest’ultima in una condizione territoriale pur avendo la costa più lunga del Mediterraneo. In evidenza lo schema stabilito dall’accordo greco-egiziano sulle zone economiche esclusive. Foto due. Come la Turchia vorrebbe che fosse limitata la piattaforma continentale della Grecia, dimezzata in pratica, per avere spazio di manovra e diritti nella regione.

Nessuna descrizione della foto disponibile.
Nessuna descrizione della foto disponibile.

Sembra che la Germania non sia per nulla felice del progetto italo-francese che ha dato vita all’Iniziativa di Cooperazione Quadrilaterale con Grecia e Cipro e dell’esercitazione aeronavale Eunomia, entrambe stanno portando le navi della nostra marina a fare prova di forza nell’EastMed. Perché? Beh, ecco quanto ha detto oggi Heiko Maas, ministro esteri tedesco, ripreso dall’Ansa:
“Non si arriva a sedersi al tavolo delle trattative [nel Mediterraneo orientale] se le navi da guerra [europee] sono nell’area”.
Maas ha anche auspicato che si trovi soluzione a livello europeo per una linea comune, senza che stati membri agiscano di loro iniziativa.

Annunci

L’ultima dichiarazione della Cancelliera tedesca, Angela Merkel, chiede all’Unione Europea di rispondere “in maniera comune” al presunto avvelenamento di Alexei Navalny, che oggi è sotto tutela delle autorità tedesche e sta venendo trattato come ospite del cancellierato, ricordando ai 27 che si dovrebbe adottare lo stesso modello “[del]la risposta all’attentato nei confronti di Sergey Skripal nel 2018”, ovvero: sanzioni.


La Merkel ha dichiarato di vedere una “linea [politica] permanente” da parte del Cremlino, basata sull’aggressività militare e sulla non democraticità, espressa nell’uccisione o nei tentativi di uccidere oppositori politici, dissidenti e personaggi scomodi al potere.

TROVI I NOSTRI AGGIORNAMENTI QUOTIDIANI SULLA PAGINA FACEBOOK.

AIUTACI A CRESCERE CONDIVIDI CON I TUOI AMICI L‘ARTICOLO

intopic.it

Un pensiero su “Crisi del Mediterraneo orientale. L’asse Turchia-Germania contro la Grecia e l’Unione Europea.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...