Alexei Navalny. Angela Merkel inventa una crisi internazionale contro Vladimir Putin. Attenti alle bufale della Repubblica.

Noi sappiamo che ogni giornale segue una linea editoriale, ma questo significa dire “questo politico non mi piace perché” / “questo politico mi piace perché”; non significa inventare bufale di sana pianta per portare acqua al proprio mulino.
La Repubblica ha scritto un articolo,che è pieno di invenzioni alle quali, purtroppo, crederanno gli indifesi dalla disinformazione.

Annunci

Torniamo su Alexei Navalny per un momento e le bufale raccontante dalla, ormai fantomatico, giornale La Repubblica.

Ecco i principali punti che rispondiamo a dovere descritti nell’articolo della Repubblica:
– Navalny è il principale oppositore di Putin; no, non è vero, il Partito Comunista lo è e Navalny ha sempre ottenuto risultati risibili ad ogni tentativo elettorale.
– Navalny è stato avvelenato; no, gli accertamenti medici hanno smentito la tesi dell’avvelenamento.
Angela Merkel ha evitato una crisi diplomatica con Mosca; ma per cosa? Perché? Quando? Come? In che modo un cittadino russo che si sente male in aereo può dar vita ad un incidente diplomatico fra Occidente e Russia? Certo, a meno che quel cittadino russo non sia un agente per conto di terzi… altrimenti, non vediamo le ragioni di una simile affermazione
– “I medici russi hanno misteriosamente cambiato idea” e consentito il trasferimento in Germania; no, non “misteriosamente”, hanno aspettato che le condizioni del paziente si stabilizzassero.
– Oppositore più popolare? Sconosciuto al 48% dei russi nel 2017, ossia quasi ad una persona su due.

Annunci

Aggiornamento dall’ospedale tedesco Charitè.
La sostanza che avrebbe intossicato Alexei Navalny, stando agli specialisti dell’ospedale Charite’ di Berlino, sarebbe un inibitore della colinesterasi. In pratica una potente neurotossina. Quale, nello specifico, i dottori ancora «non lo sanno» e dunque hanno iniziato «un nuovo set di analisi». Nel mentre l’oppositore russo è stato sottoposto a un trattamento di «atropina». Ovvero l’antidoto standard usato in questi casi.

Annunci


Le anticolinesterasi possono assumere molte sembianze. Come farmaci anestetici o nel trattamento dell’Alzheimer. Oppure si possono trovare nei disinfestanti. Ma non solo. Molti inibitori sono prodotti da alcuni serpenti velenosi. Data la loro efficacia, sono anche alla base di diversi gas nervini, come il Sarin. Il `Novichok´ – la sostanza a quanto pare usata per avvelenare l’ex agente del Kgb riparato in Gran Bretagna Serghei Skripal – rientra in questa categoria di sostanze e sarebbe stato prodotto nell’Unione Sovietica e poi in Russia tra il 1971 e il 1993.

TROVI I NOSTRI AGGIORNAMENTI QUOTIDIANI SULLA PAGINA FACEBOOK.

AIUTACI A CRESCERE CONDIVIDI CON I TUOI AMICI L‘ARTICOLO.

intopic.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...